Rebirth

Avete presente quelle volte in cui diciamo a noi stessi: “Se potessi tornare indietro prenderei un’altra strada” oppure: “Se potessi cambierei vita” o ancora: “Se rinascessi, vivrei in modo diverso”…, e così potremmo continuare all’infinito, attribuendo la responsabilità della nostra vita al resto del mondo, tranne che alle sole persone davvero responsabili: Noi stessi. Allora avete presente? Sono sicuro che la risposta sia .

Beh, cosa accadrebbe se tutti quei se diventassero possibili? Lasciate che vi dia la risposta: All’improvviso il mondo diventa a colori.

Dedico questo articolo al CORAGGIO.

Il coraggio di andare in contro agli ostacoli della vita, senza raggirarli, perché evitare i problemi non li risolve, ma anzi, li fortifica, scatenando in noi il peggiore dei sentimenti: la paura. Lei, che ci tiene incatenati sul fondo più profondo di un oceano di emozioni, contrastanti tra loro. E’ come annegare e tornare a svegliarsi, realizzando che si è ancora lì, bloccati, per poi annegare nuovamente, lasciando che questo ciclo si ripeta all’infinito. Se lasciamo che la paura ci divori non inizieremo mai a vivere per davvero.

Ecco perché il coraggio è il raggio di luce in tutta quell’oscurità. L’unico nostro alleato capace di rompere quelle maledette catene. Personalmente, mi ha permesso di prendere una decisione particolarmente difficile e del tutto inaspettata fino a qualche settimana fa, ma, ora che ho affrontato e vinto la regina Fear posso, finalmente, gridare a squarciagola che tutti quei se non sono solo un’utopia.

Dopo più di venti anni dedicati alla danza sportiva ho deciso che è giunto per me il momento di cambiare vita. Chiudere un capitolo per aprirne uno del tutto nuovo. E’ un pò come se avessi finito di scrivere un libro, ed ora sono alla prima pagina del prossimo.

La mia carriera agonistica è stata fantastica fin da piccolo. Dedizione ed ambizione, accompagnati da spirito di sacrificio, mi hanno portato ad essere quello che sono oggi. Ricordo che da piccolo affermai chiaramente di voler essere dieci volte campione italiano, in tutte le categorie, partendo dalla Juveniles fino ad arrivare alla massima categoria e classe, ovvero la Adult AS. Ma di certo non mi aspettavo di superare le mie stesse aspettative con la vittoria dell’undicesimo titolo italiano in quest’anno burrascoso.

Sono consapevole che potrei dare ancora tanto a questo sport, ma la bellezza, seppur strana da comprendere, sta nello scegliere di non scegliere.

Probabilmente vi starete chiedendo il perché. Beh, trovo un certo fascino nel lasciare quel velo di mistero, che trapela un’infinità di dubbiosa incertezza.

Non so cosa ne sarà, e per questo sono entusiasta come mai prima d’ora. Lascerò che la vita mi sorprenda. Non sono mai stato un grande fan della monotonia. La trovo al quanto piatta e prevedibile. E proprio per questo ho deciso che voglio una vita a colori, non in bianco e nero, e coglierne anche le più piccole sfumature. Voglio vivere come mai prima d’ora. Voglio che il “tutto e niente” prenda forma.

Inizio un nuovo percorso. Riparto da me. Molti lo desidererebbero, ma pochi hanno il coraggio di farlo davvero. Ripartire dall’inizio, come una seconda vita, mi porta indietro nel tempo. Chissà, forse un giorno deciderò di viverne una terza, e così via, finché avrò forza. Ma quello che non farò sarà convivere con un altro grande carnefice, a cui solo gli audaci, i folli e i temerari sapranno tener testa: il rimpianto.

So che potrebbe sembrare tutto molto confuso, ma vi assicuro che dentro di me nulla è mai stato più chiaro di così. Del resto, la stessa Dolly Parton affermava:

IT’S ALL WRONG BUT IT’S ALL RIGHT.

Salto nel vuoto, alla ricerca di me stesso. E’ incredibile!

Compiere delle scelte spesso ci spaventa, perché comporta dei cambiamenti, i cambiamenti a loro volta delle conseguenze, e le conseguenze, responsabilità da assumersi. Ma è parte del gioco, dal quale trarne, nel bene e nel male, insegnamenti ed esperienze, che formano la nostra essenza.

Ad oggi, posso affermare che ciò che questo fantastico sport mi ha regalato non si descrive a parole. Sarebbe riduttivo. Ho dato tanto ed ho ricevuto tanto. Non rinuncio al ballo, nella maniera più assoluta. Sono un ballerino, e la mia arte mi accompagnerà sempre e ovunque. Rifarei tutto nello stesso modo, viaggiando sempre al massimo. Rimane per me lo sport più bello e completo. Del resto, come affermava il grande Albert Einstein:

” I ballerini sono gli atleti di Dio “

Colgo l’occasione per ringraziare in modo particolare tutte le persone che mi sono state accanto, che mi hanno supportato e sostenuto in tutti i momenti della mia carriera. Non farò distinzioni o disparità. Scelgo di ringraziare tutti in modo apparentemente eguale. Saluto l’agonismo regalando un messaggio a tutti gli atleti della danza sportiva:

Ricordate che per vincere bisogna innanzitutto saper perdere. E quando vincerete o perderete non siate mai né troppo felici né troppo tristi. Per ogni vittoria cinque sconfitte.

Se terrete a mente questo, sarete inarrestabili.

Ora che il tempo non è più dietro di me, a rincorrermi facendomi sentire perennemente in ritardo, ma dinnanzi a me, mostrandomi il cammino della vita, inizio il mio nuovo viaggio, felice e in pace con me stesso.

Oggi scelgo chi voglio essere e non chi dovrei essere.

Ad oggi, abbraccio tutt’altra filosofia di vita. Le priorità sono decisamente cambiate e la prospettiva da cui vedo il mondo è differente. Fino a poco tempo fa davo il massimo per uno stile di vita alto. Ma uno stile di vita alto non determina una qualità di vita alta.

Una vita di rinunce e sacrifici per me non è vita. O almeno non più. Fino ad ora ho sempre vissuto pensando al futuro, dimenticandomi spesso di vivere il presente. Ma oggi, baso tutto sul “Qui e ora”.

Credo che nonostante tutto, almeno per quanto mi riguarda, questo periodo che accomuna tutto il mondo non sia venuto invano. Ha cambiato la mia vita, e come me quella di molti altri. Vedo in tutto questo periodo una possibilità, quella di fare un grande Reset. Meglio o peggio dipende solo da noi, e da come reagiamo dinnanzi al cambiamento.

Decido di essere positivo e di lasciarmi travolgere da questa grande onda che cavalcherò. Quest’onda che si chiama RINASCITA.

14 pensieri riguardo “Rebirth

  1. Sei grande vito, sei coraggioso e meriti stima e rispetto per questa decisione. Hai avuto una vita, fin da piccolo, che molti non avrebbero saputo gestire, solo tu sai i sacrifici che hai fatto, ma prima di essere un grande ballerino io ti riconosco come un gran bravo ragazzo sempre rispettoso di tutto, sempre umile, eppure avresti potuto guardare dall alto in basso come molti fanno senza averne diritto, sei un grande uomo, hai valori e questo conta sompra ogni altra cosa, da oggi non sei meno, sei di più. Buona inizio del tuo nuovo percorso! ❤️

    Piace a 1 persona

  2. Sei una persona con un gran cuore e rispetto tutto ciò che ai fatto e farai sarà sempre bello … Sono orgoglioso di averti incontrato nella mia strada, una persona come te non ne incontriamo spesso nella vita resta come sei e fai quello che ti rende felice sei un grande Vito💚❤️
    So che il tuo nuovo libro sarà bello come il primo 🦅

    Piace a 1 persona

  3. Ti conosco poco, ho avuto il piacere di vederti una sola volta e mi è bastato per capire che sei un ragazzo speciale. “I ballerini sono gli atleti di DIO” e tu ne sei la rappresentazione. L’entusiasmo che ti ho visto negli occhi, ti porterà ai sorrisi, ovunque tu sarai e qualunque cosa deciderai di fare. È lo spirito che hai che ti farà vincere, sempre.
    Ti auguro ogni bene. Un abbraccio, Paola

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: